Edificata sulle tracce di antichi insediamenti romani di cui si conservano alcuni reperti, la casa, vetusta e pur solida, ricorda le vicissitudini della gente rivana, ma anche le persone che amarono ed apprezzarono la nostra terra: dall’italianissimo Dante Alighieri che ebbe a dire: “Suso in Italia bella giace un laco, ai piè dell’Alpe che serra Lamagna, sovra Tiralli, ch’à nome Benaco”, al poeta tedesco J.W. Goethe che decantò i nostri luoghi.

“Restel de fer” è il termine dialettale con cui i rivani indicavano il cancello in ferro battuto, (che oggi potete ammirare sulla facciata della Locanda), che delimitava la tenuta della famiglia de Lutti di cui i Meneghelli, fin dal 1400 (epoca di costruzione della casa che ci ospita) erano i contadini.

La Locanda Restel de Fer nasce quindi come Fattoria ma anche come porto e rifugio per chi cercava nella serena quiete della campagna, ricovero ed asilo.

Nel 1965, Bruno e Lina Meneghelli, ottenuta la proprietà della casa, pensarono di aprirvi una locanda.
Negli anni 80 la gestione è passata al figlio Enio Meneghelli assieme alla moglie Ida. Negli anni la Locanda è stata restaurata mantenendo fedelmente le caratteristiche originarie, proponendo la sua offerta fatta di tradizione, di qualità e, certamente, anche un po’ di ricordi.

Oggi la gestione è passata alla terza generazione di Meneghelli, ai figli di Enio, Marco e Chiara, che continuano a produrre l'olio d'oliva, (dagli olivi ereditati dai nonni), e a proporre ristoro ed ospitalità ai viandanti che si fermano in questa vecchia casa.

  CONTATTI

  Tel:  (+39)0464553481 

  WhatsApp:  3400716085

  E-mail:  info@resteldefer.com

Instagram